Playlist del mese di gennaio

Playlist del Mese

Gennaio è già stato archiviato da una settimana, accorgendomi sempre più che il tempo passa veloce, troppo veloce. Un buon modo dare uno sguardo indietro al mese appena passato, senza troppa malinconia nel cuore, è quello di rispolverare una mia “vecchia” usanza. Io, ogni mese, creo una nuova playlist su Spotify con le sette canzoni più ascoltate ed ero solito pubblicare un piccolo post su tumblr per condividere la “mia” musica con il mondo. E con oggi, torno a farlo.

Imogen Heap – Hide And Seek

Qui non si parla propriamente di musica, bensì di voce. Aiutata dal vocoder, Imogen Heap emoziona non poco, tant’è che innumerevoli telefilm hanno sfruttato il brano per accompagnare scene più o meno poetiche. Ogni volta che sento questo brano mi fermo, mi lascio trasportare e disegno con il piedi cerchi sulla terra, sul tappeto. A volte mi chiedo come faccio a non includerla tra le mie canzoni preferite.

Cuore Nero

Punkreas – Cuore Nero

Ho già parlato di Cuore Nero qualche giorno fa, in un discorso leggermente più ampio. Ancora adesso, dopo centinaia di ascolti, mi soffermo a pensare sulle infinite interpretazioni del testo, soprattutto se collegate alla frase: “Io sorriderò per farti male”. Eccezionale.

Black Veils Bride – Take Me To The Grave

Seguo i Black Veils Bride da parecchio tempo, figli di una fase rock che (fortunatamente) non mi ha mai abbandonato del tutto. Il classico brano che canti a squarciagola in macchina, che più silenziosamente accenni sotto la doccia la mattina. Non stiamo parlando di musica d’autore, ma di buona musica.

Pinguini Tattici Nucleari

Pinguini Tattici Nucleari – Bagatelle

Un po’ di allegria serviva. Bagatelle è ironica e irriverente, allegra e spietatamente vera. A tratti sembra essere una spietata canzone d’amore, in altri momenti un brano pop senza senso. In tutto questo l’ironia e la spensieratezza la fanno da padrone.

Eminem – Cleanin’ Out My Closet

Sto per dire un’eresia, ma per me funziona così. Se si parla di rap, il primo nome che mi viene in mente non è quello di Tupac Shakur, bensì quello di Eminem. Iniziai ad ascoltare Slim Shady da piccino, capendo poco dei suoi testi. Crescendo (e imparando l’inglese) ho iniziato sempre più ad apprezzare un brano così profondo. Dire “scusa mamma” non è per nulla facile.

Playlist Spotify

In This Moment – Adrenalize

Parlare di Adrenalize mi risulta difficile. Testo e musica non sembrano essere propriamente fatti uno per l’altro in questa canzone, ma nel complesso ne esce un buon brano per un film horror (un bel b-movie) oppure per un videogame molto crudo. Ah, certo, si parla di sesso, ma ho interpretato tutto come qualcosa di più malato.

Guns N’ Roses – Paradise City

Tutti vorrebbero correre verso Paradise City, no?
Poi a gennaio è avvenuto il miracolo: la reunion.

QUI TROVATE LA PLAYLIST SPOTIFY

 

Pubblicato da Spockmon

Sognatore con i piedi ben ancorati al suolo. Copywriter --> mattiaspotti.it

2 pensieri riguardo “Playlist del mese di gennaio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: